“A volte nei posti piccoli la vita diventa piú grande”

Con questo romanzo Stefánsson dá vita ad un paesino che conta in tutto quattrocento anime, alle sue storie e ai suoi bizzarri abitanti. Forse si ha l’abitudine di pensare che nei posti piccoli, cosí tanto piccoli, nulla di troppo interessante possa accadere. Bene, non è assolutamente vero, almeno qui. Dalla postina che legge in anticipo le lettere alle storie d’amore segrete, dal direttore del maglificio che sprofonda nello studio del latino solo per decifrare un sogno all’avvocato che perde la testa per qualcosa di veramente strano, queste e tante altre le storie che come un caleidoscopio ravvivano una dimensione come sospesa nel tempo, dove la luce del giorno dura meno di un attimo e ci si abitua troppo presto al buio della notte.

luce d'estate ed è subito notte
luce d’estate ed è subito notte

Un romanzo dolcissimo, quasi poetico, sul senso della vita e le sue domande, sulla bellezza del silenzio e sull’incanto della natura.
E adesso, chiuso il libro, non mi resta che sognare l’Islanda…

Jón Kalman Stefánsson, ‘Luce d’estate ed è subito notte’, Iperborea, 2013

(Visited 14 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *